0 Carrello
0 Aggiungi tutti i prodotti capovolti al carrello Capovolto
05.07.2024

Il Canada ha finito le munizioni,

senza un piano di ricarica: il generale in pensione Andrew Leslie

"Gli uomini e le donne in uniforme non vedono alcuna prova dimostrabile del fatto che il governo federale si stia effettivamente occupando del problema di fornire loro le capacità di cui hanno bisogno per difendere meglio i canadesi", afferma il tenente generale (a riposo) Andrew Leslie.

Mentre il Canada conduce studi per capire come rianimare la nostra produzione nazionale di munizioni militari, i nostri alleati si stanno muovendo in modo aggressivo, modernizzando i loro impianti di munizioni e aumentando la produzione a sostegno dell'Ucraina.

Negli Stati Uniti, il Pentagono ha stanziato 6 miliardi di dollari per questo sforzo di autosufficienza nella produzione di munizioni critiche. In un solo anno, combinando la tecnologia turca con la leadership e l'innovazione della General Dynamics, gli americani hanno costruito una fabbrica di munizioni "greenfield" a Mesquite, in Texas, che produrrà dai 30.000 ai 40.000 proiettili al mese. Nel frattempo, Bill Blair, Ministro della Difesa canadese, ha promesso a marzo 4,4 milioni di dollari a tre produttori canadesi di munizioni, per la ricerca e il perfezionamento dei processi di progettazione e produzione di munizioni da 155 millimetri standard NATO in Canada.

"Il governo liberale considera la spesa per la difesa come discrezionale", conclude il tenente generale (a riposo) Andrew Leslie.

Lo dice un veterano di 35 anni delle Forze Armate canadesi (CAF), ex capo di Stato Maggiore dell'Esercito canadese e un tempo deputato liberale sotto il Primo Ministro Justin Trudeau. Questo da un artigliere che sa cosa significa combattere sul campo di battaglia e da un ex politico che conosce il terreno insidioso delle guerre di bilancio a Ottawa.

Seguite i soldi, dice: "Il governo federale liberale ritiene che ci sia tutta una serie di esigenze di finanziamento della società, che vanno dall'aumento dell'assistenza sanitaria, agli asili nido, ai bambini che ricevono la colazione a scuola - e una serie sconcertante di allocazioni di fondi in boutique per soddisfare le iniziative sensibili agli elettori. E la difesa viene dopo tutto questo".

"L'hanno fatto anche in quest'ultimo bilancio, non è vero?". Continua Andrew. Promettendo di spendere molto denaro, in futuro, per rafforzare la preparazione militare.

https://nationalpost.com/news/canada-has-run-out-of-ammo